Community » Forum » Recensioni

La piccola Dorrit / Charles Dickens
3 1 0
Dickens, Charles

La piccola Dorrit / Charles Dickens

Milano : De Agostini ragazzi, 1998

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il vecchio William Dorrit è rinchiuso da molti anni per debiti nella prigione londinese di Marshalsea. A prendersi cura di lui è la devota figlia Amy, la piccola Dorrit, innamorata in segreto del giovane amico di famiglia Arthur Clennam. Ma un'improvvisa eredità cambierà completamente le cose. In questo romanzo il grande scrittore inglese concepì un potente apologo su povertà e ricchezza, scagliandosi come mai prima contro la società vittoriana e il ceto medio che la rappresentava. Scritto tra il 1855 e il 1857, La piccola Dorrit riflette con la forza di un linguaggio visionario la vis polemica di Dickens nei confronti delle istituzioni e smaschera attraverso la finzione letteraria l'ipocrisia di finanzieri spregiudicati e corrotti. Il titolo originario del romanzo, poi cambiato dall'autore, non a caso era Nobody's Fault, "Non è colpa di nessuno": allusione efficace, - come scrive Carlo Pagetti nell'Introduzione, - "a un mondo dove nessuno si assume le responsabilità delle proprie azioni, e dove gli stessi personaggi sono dei "nobodies", oscurati dalla propria mediocrità, dall'insoddisfazione psicologica e dalla cecità morale". Fonte IBS

29 Visite, 1 Messaggi
Utente 7913
97 posts

[La signora General] non aveva mai opinioni precise e ignorava tutto ciò che nel mondo non era più che tradizionale e corretto. Con questo sistema infiniti erano gli argomenti che non si dovevano trattare in sua presenza. Era insomma ricoperta da una tale impermeabile vernice di rispettabilità e preconcetti che gli avvenimenti spiacevoli di questo basso mondo, purtroppo così frequenti, non riuscivano mai a giungere sino a lei.

  • «
  • 1
  • »

3975 Messaggi in 3058 Discussioni di 615 utenti

Attualmente online: Ci sono 17 utenti online